Pausa

In verità, che quando faccio le cose da stanca e magari anche di fretta queste si rivelano delle cavolate mega-galattiche.
Il fatto è che pianifico ogni giorno l’agenda ma immancabilmente capita qualcosa di assurdo che spiazza tutto e allunga il momento in cui riesco a staccare. Sono imprevisti che ormai attendo curiosa, perché l’inusitato soprattutto se è davvero strano, meraviglia sempre,

Devo trovarmi 3 ore quotidiane per portare avanti un progetto, più che serio, da concludere in pochi mesi.
Quindi, nel caso qualcuno se lo stesse chiedendo, sto bene, sto passando un bel periodo nonostante dia per scontato una nuova ondata epidemica, però il tempo necessario per preparare questo compito deve saltar fuori, e deve saltare fuori dalle 24 ore che compongono le mie giornate.
Un’ora di sonno posso anche togliermela ma non di più sennò rischio di agire in modalità zombie di giorno; posso anche mangiare panini per qualche mese, non è uno sforzo se uno ha fantasia per scegliersi il companatico; e inoltre dovrò mettere il blog in semi coma artificiale. Mi dispiace tantissimo ma anche a scervellarmi non trovo altre ore di cui potermi appropriare.

Che dire… spero che qualcuno sentirà la mia mancanza. Io la vostra la sentirò, soprattutto per i commentatori più abituali ai quali mi sono davvero affezionata ma, il dovere chiama.
¸¸.•¨¯`•.☆ ¸.•´¸.•*¨) ¸.•*¨)☆ …(¸.•´ (¸.•´ .•´ ¸¸.•¨¯`•.☆ 651 ¸¸.•¨¯`•.☆ ¸.•´¸.•*¨) ¸.•*¨)☆ …(¸.•´ (¸.•´ .•´ ¸¸.•¨¯`•.☆

With Love
Bloody Ivy