2 Anni di Blog – NIENTE PANICO

 chatIl 10 ottobre 2016 Niente Panico compie 2 anni!
Sarebbe stato bello organizzare un giveaway fra i miei followers, bloggy friends, anzi avevo già chiesto ad un’anima blogger (sì, non è un refuso, ho notato che c’è scritto anima al posto di amica, stavo per correggere ma poi ho deciso di lasciare, per ricordare che… anche i blogger hanno un’anima!) che si occupa di “scrapbooking, card making e colorazione“, come dice lei (io molto volgarmente le chiamo cosettucce carine) e aveva pure accettato ma… niente… il tempo mi è volato via (e non so come!).
Sarà per il prossimo anno. In ogni caso grazie my paper moon 😉
 In realtà credo davvero di avere seri problemi temporali, mi capita come se il movimento di rotazione terrestre avesse accelerato e le lancette dell’orologio girassero più veloci.  La giornata mi termina in un baleno!
Le altre persone riescono a fare tutto e di tutto, studiano, lavorano, fanno sport, addirittura mangiano (intendo a casa, dal piatto e non in piedi davanti alle macchinette di cibo trash), dormono 7 ore e spesso escono a divertirsi per i fatti loro. Qual è il loro trucco? La macchina del tempo come il Doctor Who ma magari mascherata da armadio, sempre pronta all’uso in camera da letto? Probabilmente sì!  🙄

blog4Se Niente Panico è arrivato alla rispettabile età di due anni lo deve ai followers che mi motivano a continuare giorno dopo giorno. Grazie!!!

Se non mi è mai pesato trascorrere dei sabato sera a preparare i post della domenica è soprattutto grazie alla voglia di scrivere qualcosa di nuovo ogni settimana, da postare e mostrare a chi passerà per di qua. 🙂 Thank you so much my dear followers!
Ok, magari è anche perché sono un dannato misantropo, e “mi dispiace, devo occuparmi del blog, ci vediamo un’altra volta” è un’ottima scusa per ridurre le uscite nei week end con le amiche… (a casa il sabato sera prima della Barcolana… praticamente come mangiare in bianco brindando con l’acqua a Natale… ma lo confesso, sebbene sia un bellissimo avvenimento a cui assistere almeno qualche volta nella vita, è anche una gran baraonda e quest’anno mi preferisco tranquilla a scrivere questo post). 😉 
E che dire degli altri blogger? Son così bravi, seri e professionali che mi invogliano ad imparare e migliorare! Passerei ore ad ammirare gli altri blog (se solo le lancette dell’orologio inspiegabilmente non si spostassero sempre più in fretta). Ben scritti, accurati, con splendide immagini spesso scattate da loro stessi, sia che siano di panorami che foto da strada che i cibi preparati per illustrare le loro ricette e pubblicano anche più frequentemente di quanto faccia io.  
Mi hanno ispirato tutta una serie di buone idee da inseguire per migliorarmi come blogger in questo secondo anno di vita di Niente Panico.
2blogPropositi:
  • Più foto scattate da me, perché è una vergogna che me le vada sempre a cercarle on line.
  • Bibliografie da aggiungere sotto i post più seri e corposi (come in quello sui suicidi nei campi di concentramento) per dar modo di approfondire l’argomento ma soprattutto verificare che quanto scritto da me non sia disinformazione. Venir creduta sulla parola, anzi scrittura, in questo mondo pieno di miserrime bufale sarebbe pretenzioso. Questo è un blog e non una testata giornalista, e non si può esser sicuri di quello che si legge nei blog.
  • Devo aggiornare la pagina Blog Policy perché da quando la scrissi i commentatori deliranti son aumentati a dismisura. Mica si rendono conto che i vaneggiamenti scritti e visibili a tutti son ben più gravi che quel che si dice vis à vis. A volte ce l’hanno proprio con la mia persona (flatus vocis… o detto in soldoni, me ne faccio un baffo), altre volte con il personaggio menzionato nel post (e che quindi devo tutelare io), altre volte contro il cristianesimo (e simili commenti me li hanno lasciati anche sotto un post che trattava di filosofi antichi e tutti pre-cristiani, cioè, o non hanno letto il post o manca qualche rotella… cmq se è per questo, sotto un post dove citavo Aristotele ho deluso un pochino perché, come si fa a ricordarsi del filosofo e dimenticarsi degli ufo? Ma il commento era così educato, attinente e simpatico che l’ho lasciato, magari fossero tutti così 🙂 ), sprezzanti verso un determinato partito politico (avessi mai scritto di politica!), persino mi son presa della finta intellettuale per l’autore che suggerivo nella pubblicità IBS (se non si è capito, cerco e mostro le offerte migliori del periodo, se qualcuno volesse approfittarne, così se per Natale ci sarà lo sconto del 50% sui libri di Peppa Pig, sul blog lo segnalerò, ma da qui a classificarmi come una che legge Peppa Pig, il meccanismo mentale è bislacco 😉 ). Allora, se rispiego chiaramente e una volta per tutte cosa implica commentare on line forse sapremo entrambi regolarci reciprocamente meglio e io non renderò leggibili certe cose a cuor leggero.
  • Riordinare i post in categorie chiare e distinguibili, perché ora, fra i vari macro e micro argomenti dei post regna un gran polverone. Sarà un lavoraccio, ma le categorie sono il vero archivio del blog e organizzano i post per facilitare la lettura di tema simili ma argomenti nuovi.
  • Pensare ad un logo per il blog, in modo che sia riconoscibile e personale ma qui davvero, quantomeno per ora, non saprei da che parte iniziare.
blog5Insomma, another big thank you, my readers! Cercherò di diventare una blogger migliore (se solo capissi come rallentare lo scorrere del tempo, almeno nei momenti liberi da dedicare al blog, accidenti!).
E grazie per la lettura di questo post Bloody Ivy