I Giorni dell’Amuchina

Abbiamo bisogno di un nuovo modo di pensare per risolvere i problemi causati dal vecchio modo di pensare”
Albert Einstein

A Trieste abbiamo le scuole chiuse, gli spostamenti per studio e lavoro sono perlopiù rimandati (a date sconosciute e “imprevedibili”) e le notizie sul virus, la sua gravità, le potenziali conseguenze, sono ancora troppo incomplete.
La gente comunque sembra serena a parte gli individui dalla natura particolarmente ipocondriaca.

Dire qualcosa al riguardo sarebbe comunque parlare a sproposito. Cosa che stanno facendo in tanti ma a me le persone che parlano o scrivono a vanvera sembrano vuote, con pensieri privi di senso. Chissà poi perché fanno così, qual è il loro fine oltre che a far perdere tempo a chi le ascolta.

È importante scrivere, perché è un modo per riordinare le idee e farlo su un blog è raccontare i propri pensieri ad ipotetici lettori però… questa settimana, con qualunque argomento scelto per un post, visto il clima incerto, potrei seccare.

Quindi, preferisco aspettare, osservando.

Buona settimana, ciau!
Bloody Ivy