Ti Sfido A Trovare il Tuo Valore -Tag

valoriPer dare un po’ il senso della vacanza a questo Blog, finché dura il caldo, ne approfitto per assolvere ai Tag di chi mi ha nominata.
Rispondo all’invito de la corte di belial per un Tag creato da le quindici righe di Michela : Ti sfido a trovare il tuo valore – Tag.

Le regole:

– Usare l’immagine originale del tag
– Citare il creatore del Tag e ringraziare chi vi ha nominato
– Parla del valore che più ti rappresenta
– Rispondere alle 10 domande
– Nominare altri 10 blog.

1. Quale sono i valori per voi più importanti?

Beh, tanti, ma c’è uno che mi fa da cartina tornasole: la Giustizia, che come sottotitolo implicito prevede: “a cosa ti servono gli altri?”.
“Wow, che nobile ideale!” si penserà, in realtà è ottimo per fare un profiling delle persone con cui mi capita di avere a che fare. “Eh ma che cosa disgustosa!”… Sì, ma assicuro che il disgusto per molta umanità è reciproco.

Intuendo l’idea della giustizia che uno ha e usa nella sua vita so a quanti metri (km) di distanza è meglio starci. Perchè spesso, parafrasando Animal Farm di Orwell, come i maiali del romanzo sostengono che “All people are equal, but some poeple are more equal than others”, sottointendendo che i more egual a cui spettano più diritti degli altri sono proprio loro. Per essere  giusti, beh giusti è un po’ altisonante, quasi biblico, io preferisco corretti perché fa pendant al suo opposto, corrotti, bisogna volerlo, non ti capita per caso e non è colpa dell’occasione. Così come non ti capita di essere corrotto.
animal farmL’occasione fa l’uomo ladro” è la frase fatta ottima per scusarsi quando ci si guarda allo specchio la mattina; lo eri già, aspettavi solo di mettere in atto.
Se vuoi essere corretto, ma si potrebbe anche usare “leale”, devi voler  cercare di comprendere più chiaramente possibile la situazione, il contesto, i pro e i contro, spietatamente, perché corretto ed imparziale stanno sulla stessa faccia della medaglia, indagare anche su di te fino a svelare i meccanismi dei tuoi ragionamenti, quelli “a pancia” che potrebbero essere stati provocati da paure e pulsioni e quelli “a freddo” che non siano provocati dall’assuefazione del “ma lo fan tutti ed è sempre stato così”.
Chiedersi cosa è giusto e sbagliato costringe a confrontarsi con le proprie responsabilità. Poi, se come valore uno si sceglie la Giustizia, come effetto secondario non eliminabile deve prendersi anche il costante senso di disgusto per questo mondo dove i corrotti abbondano e i corretti scarseggiano.

asino-carota2. Che importanza hanno i valori nella tua vita? Un’importanza primaria o secondaria?
Beh, visto che i valori nella propria vita ce li scegliamo noi, li seguiamo perché ne siamo convinti ed è naturale che siano la nostra luce, il nostro faro (attenti a non bruciacchiarsi le ali), la nostra carota (attenti a non andare dove vogliono altri).
I valori sono importantissimi per tutti ma, non sempre sono quelli che 
si raccontano di avere. E questo non vale solo per i candidati in campagna politica. 
Se uno per propria convenienza,  aumento di prestigio, di guadagno  ritiene che sia bene ingannare e mentire, potrà fare sermoni sull’onestà con una faccia di bronzo incredibile e restare comunque coerente con i suoi veri valori. Anche il traditore seriale ha “carpe diem” come valore a cui non rinuncerebbe mai, ma alla ragazza con cui comincia ad uscire racconta ben altro. 

3. Metti in pratica i valori che per te sono più importanti nella vita di tutti i giorni?
Fino ad ora ci sono riuscita ma… meglio non dire gatto finché non ce l’hai nel sacco. 😉  Non è così semplice come si immagina all’inizio; soprattutto nelle decisioni lampo da prendere che ti si parano davanti all’improvviso. A volte basta un attimo…

minions-despicable-me-minions4. Credi che oggi i valori per i giovani non siano importanti?
Credo che i giovani non sappiano che pesci (valori) pigliare.
Sono tante mezze calzette che si spacciano per Maestri e Guru, e spesso i giovani li scelgono in base a quanto sono famosi, non importa per cosa. E’ una sorta  di legge universale: quante più persone stanno intorno a qualcosa/qualcuno, tanto più questa/o diventa attraente; anche l’ammirazione è contagiosa e i giovani si persuadono, ammirano e seguono quel Maestro. Come tanti minions dietro a Mr Gru (che piace anche a me, fra l’altro).
Però è anche vero che ormai viviamo nella società liquida spiegata da Bauman, dove tutto è liquido, instabile, e può cambiare da un momento all’altro e i valori, anche se non dovrebbero, non sono da meno.
I valori non liquidi, dopo che si scelgono come porta-bandiera nel proprio vivere, hanno bisogno di tempo per essere compresi e di un impegno costante per portarli avanti.
Ma con tutti i Guru, Life Coach, e compagnia bella che prospettano felicità in massimo 4 facili mosse, chi glielo fa fare ai giovani di buttarsi sul difficile?

Insomma, i valori che una persona ha sono il simbolo dei tempi, i valori che ognuno ha dentro di sé sono quelli che ci sono anche fuori, nella società… che fa schifo, ma i giovani (intendo teenagers, non 50enni, 40enni o 30enni che si credono ancora adolescenti) sono le vittime, non i colpevoli.

5. In una sola frase chi sei tu?
Bloody Ivy, ma non mi conosco ancora bene neanche io.

6.  Cos’è che recentemente hai imparato di nuovo su te stesso?
A cercare di non perdere lo sguardo d’insieme sul mio passato, presente e futuro. Ho una mia convinzione sulla vita, vedo tutto legato, la chiamo
mandala, e uno sguardo retrospettivo mi aiuta a capire meglio presente e futuro.
Aiuta ad accettare il dolore incontrato, imparare da quanto successo, ammettere che senza tutte quelle cose non si sarebbe la persona che si è e che non si farebbe mai cambio con la vita di nessun altro, perché va proprio bene così.

7. In ordine di importanza, quale ruolo riconosceresti ai seguenti aspetti della tua vita: felicità, soldi, amore, salute?
Sono aspetti della vita carini, piacevoli, ma contingenti o almeno, c’è tanto altro.

valori28.Cosa fai quando non sei d’accordo con quello che pensano la maggior parte delle persone?
Ricontrollo i miei pensieri per verificare se reggono confrontati con altri più aspetti che non avevo preso in considerazione prima. Ma se il mio discorso è logico, ed è la logica l’unico mezzo che impedisce di credere a qualsiasi panzana, continuo per la mia strada.
Troverei più inquietante che la maggior parte delle persone la pensasse come me, sospetterei persino di essere stata manipolata.

 9. Cosa hai fatto per essere la persona che hai sempre desiderato di essere?
Da piccola ho desiderato tanto di essere il pilota di Goldrake che combatte i mostri di Vega e invece eccomi qua. 🙂

10. La paura di sbagliare cosa ti ha impedito di compiere ? E ciò cosa ti ha insegnato?
Ho sbagliato, tanto, ma anche quello serve. Più che paurosa mi definirei prudente e non ci vedo niente di male ad esserlo. Non è che la prudenza (o la paura) salvi. Perché sul più bello potrebbe spuntare il fattore imprevisto.
copertina-vita_liquidaCiò mi ha insegnato a dare più credito a Bauman, perché il terreno su cui cammini e credi solido, in realtà basta un niente e diventa liquido quindi, è prudente imparare a nuotare.

 

Ed ora i 10 blog nominati (non per costringerli a giocare, anzi sfidarli, visto il nome del tag, ma per segnalarli perché magari non li conoscete ancora e vi potrebbero piacere) :

nella tana del bruco mangia sogni

la novella vegana

lettore seriale 

quaderni di laura

mirabile carta

mondo fluttuante

danilo bertazzi

parole imbelli

kitt noir

tartuffe’s folly

 

Thanks so much for reading! (detta in inglese tanto per cambiare un po’) 🙂 Bloody Ivy

7 Commenti

  1. ciao! perdonami se ti scrivo qui, ma sono nuova su wordpress e non so in che altro modo contattarti. Ho visto che tu hai anche il tasto per la condivisione su pinterest. Come sei riuscita ad installarlo? perchè a me dice che non accettano altri plug in, Grazie

I commenti sono bloccati.