il Dolce Rigojanci e Clara Ward – 2

Potrebbero interessarti anche...

12 Risposte

  1. Mile81 ha detto:

    Che bella storia! I racconti e gli aneddoti storici su cibi e piatti famosi mi incuriosiscono sempre molto. Non vedo l ora di leggere la ricetta e magari provare questo dolce goloso! Buon fine settimana!

    • bloodyivy ha detto:

      beh ormai il fine settimana se n’è ito… quindi ricambio con buona settimana, anzi esagero proprio: buon lunedi mattina! 🙂
      La trovo triste come storia ma è vera, è vero il dolce ed è vero il motivo per cui è stato creato. A mangiarlo conoscendo la storia, è come un modo per rendere omaggio a quegli anni.
      grazie! Il dolce è davvero squisito 🙂

  2. La Nene ha detto:

    Ciao! Ti ho taggato in un’iniziativa dedicata alla cucina! Spero ti faccia piacere: https://ilmondodellane.wordpress.com/2016/07/18/non-si-buttano-gli-avanzi-tag/

  3. fulvialuna1 ha detto:

    Bhe la ricetta ci vuole, con tutto questo “movimento”, l’appagamento ci sta bene 🙂

  4. tachimio ha detto:

    Che bel post. Ricco di notizie interessanti non ultime quelle sul film can can con musiche di Cole Porter e con la bravissima Shirley MacLain. Grazie mi sei piaciuta molto. Ora vai con la ricetta. Sono golosa. L’aspetto. Un abbraccio. Isabella

    • bloodyivy ha detto:

      grazie! ho fatto un po’ di indagini da me, visto che anche su wikipedia son scivolati sul nome dell’ultimo marito… il fatto che la mia ricerca sia piaciuta mi appaga alla grande.
      baci

      • tachimio ha detto:

        Ricercare notizie o storie è una cosa che piace molto anche a me e quando c’è riscontro è appagante , questo è indubbio. Ciao carissima. Isabella

  5. bloodyivy ha detto:

    sfida accettata 🙂 poi passo a vedere.
    grasssssie

  1. 17/07/2016

    […] parte (qui seconda parte)  La torta Rigojanci prende il nome da Rigò Jancsi (1857 – 1927) violinista ungherese […]

  2. 23/07/2016

    […] Bloody Ivy […]

  3. 24/07/2016

    […] evitare di dare giudizi su Clara Ward (storia rigojanci e Clara Ward PARTE UNO – PARTE DUE)e il suo smisurato narcisismo perché in fondo non era immotivato, faceva davvero sognare gli […]

Grazie del commento, torna a trovarmi presto :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: