Ricetta Rigojanci

Potrebbero interessarti anche...

20 Risposte

  1. aquila1769 ha detto:

    Dieta non guardare questo articolo ti prego, fallo guardare solo a me

  2. marinaraccanelli ha detto:

    Mi piace la storia e la ricetta della torta, ma mi piacciono ancor di più le considerazioni finali sulla bellezza femminile e sull’importanza in genere data, ieri come oggi, ma forse ancor più oggi, all’aspetto fisico delle persone, basato su criteri quanto mai discutibili; considerazioni che mi trovano perfettamente d’accordo.
    Posso aggiungere di mio che, se a ogni donna può capitare, in determinati momenti della vita, di sentirsi inadeguata ai canoni estetici correnti, l’età aiuta a dare un’importanza relativa alle mode, dopo averne viste passare tante…sempre che, s’intende, si possiedano altri interessi e punti di riferimento nella vita!

  3. Berardo Di Marcello ha detto:

    Sei sempre super brava,come scrivi e come descrivi!
    Una storia interessante che tu hai reso appassionante, condivisibile nelle sagge considerazioni finali ed entusiasmante con la ricetta finale che, appassionato di cucina, cercherò di riprodurre.
    Bravissima è dir poco.

  4. Sono perfettamente d’accordo con te e Marina. Quello che mi infastidisce ancora (nonostante l’età) è che c’è sempre chi ti dice che parli per invidia!
    Purtroppo pare che gli stupidi si riproducano con maggior frequenza 🙁

    • bloodyivy ha detto:

      Uh! Quelli che dicono che parli solo per invidia… quanti ce ne sono! Ma son convinti pure!
      Secondo me è il loro modo di pensare, e solo loro l’invidia; non dico debba essere per forza per l’età perché magari son più giovani, dico come sentimento che conoscono e vivono (magari si rodono per un collega passato senza meriti davanti a loro, o per chi vive felice in coppia e loro son divorziati…) e però capiscono non sia così nobile come sentimento e lo disprezzano anche in sé stessi ed ecco che lo rigettano sugli altri alla prima occasione. Come trasfert!!!
      Naturalmente la mia idea del transfert controtransfert la scrivo solo qui, a chi mi dice “ma parli così solo per invidia!” faccio un’espressione del tipo “così è se vi pare” e vado via 🙂

  5. fulvialuna1 ha detto:

    Oggi non voglio pensare alla bellezza fisica che communque da secoli è sempre preferita, poi l’immagine del fisico trosformato dal corsetto mi inquieta, mi concentro sulla ricetta e mangio….

  6. Un posto fantastico, mi sono permessa di condividerlo sul mio blog.

  1. 24/07/2016

    […] parte (qui seconda parte – qui ricetta)  La torta Rigojanci prende il nome da Rigò Jancsi (1857 – 1927) violinista ungherese […]

  2. 24/07/2016

    […] La storia della Torta Rigojanci PARTE SECONDA (qui la PARTE PRIMA – PARTE SECONDA – RICETTA ) […]

  3. 25/07/2016

    […] Sorgente: Ricetta Rigojanci […]

  4. 29/07/2016

    […] Ricetta Rigojanci […]

Grazie del commento, torna a trovarmi presto :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: