Psicoanalisi e Criminalità

diabolik1a

La criminologia è incentrata sull’individuo.
Poiché ogni persona è un’entità unica e irripetibile è necessario un approccio diverso per ogni soggetto la cui risposte ai fattori criminogenetici della società sono diverse a seconda della sua personalità.

La psicoanalisi è la prima fra le teorie della personalità ad avere come obiettivo quello di fornire un sistematico paradigma interpretativo, della struttura psicologica e dei meccanismi psicodinamici agenti nella persona umana. La psicoanalisi indica come i pensieri, le scelte e i bisogni coscienti dell’uomo siano collegati con forze psichiche profonde prima sconosciute: l’inconscio.

La criminalità non è però un concetto psicologico, ma semplicemente un’azione contraria al codice penale.

paperinik L’intendere la persona umana come mossa da istanze e pulsioni istintuali comporta nella prospettiva psicoanalitica il riconoscimento che la socializzazione è un processo secondario derivato non da principi innati o ispirazioni dell’uomo, anzi l’essere umano sarebbe per sua natura antisociale e il processo di socializzazione sarebbe l’utilitaristica necessità di evitare l’angoscia indotta dalla riprovazione del Super Io.

Il più organico contributo psicoanalitico allo studio del rapporto tra criminalità è individuo è quello di Alexander e Staub (1929). Secondo il loro modello interpretativo della delinquenza la condotta criminosa è effetto di una carenza esistente nel Super Io che non controlla ed argina le pulsioni dell’Es.

Il loro schema delle situazioni che possono verificarsi è il seguente.

integrazione sociale – Si ha il pieno controllo del Super Io sulle pulsioni istintuali. É la situazione di normalità, cioè il pieno controllo del Super Io sul mondo pulsionale istintuale. In questa condizione vi è piena conformità di condotta e rispetto delle regole.

delinquenza fantasmatica – Sono presenti istinti antisociali pressanti, ma il soggetto riesce ad arginare aggressività che non si trasforma in condotta criminosa. L’individuo non delinque ma limita la sua antisocialità nella fantasia, per esempio identificandosi con un personaggio criminale di un film.

paperinik_wallpaper_16_1920x1080delinquenza colposa – Le pulsioni aggressive non si rivolgono su persone ma si estrinsecano attraverso una condotta imprudente. La delinquenza colposa può essere interpretata con il meccanismo della dislocazione delle pulsioni aggressive. L’aggressività che il Super Io non consente si realizzi come violenta e volontaria sulle perone, viene estrinsecata attraverso una condotta imprudente o negligente, ad esempio la guida pericolosa.

delinquenza nevrotica – C’è una situazione conflittuale profonda. Non si è rinunciato completamente al controllo dell’antisocialità ma questa sfocia ugualmente non per scelta precisa o per progetto razionale ma per l’esistenza di profondi contrasti interiori. É accompagnata da sensi di colpa.

delinquenza occasionale – Si attua solo in circostanze eccezionali, occasioni particolarmente favorevoli, quando vi è un ampia probabilità di non essere scoperti o situazioni fortemente emotive.

delinquenza normale – E’ l’ultimo stadio dove il controllo del Super Io cessa completamente e l’Io può realizzare senza ostacoli le pulsioni aggressive ed antisociali senza sensi di colpa perché è lo stesso Super Io ad essere delinquente.

Bloody Ivy

14 Commenti

  1. In questo post sei stata molto ‘manualistica’ se posso permettermi !
    ‘Lasciati andare’ ed analizza il rapporto intercorrente tra individuo ed eventuali fattori esogeni che influendo sulla psiche del soggetto innescano un comportamento criminale . Sarebbe interessante proprio la disamina sul se e come certi fattori sociali interagiscono sulla psiche inducendo una condotta delinquenziale e, soprattutto se questi da soli sono in grado di indurla !!!
    Molto brava tesoro complimenti post scritto benissimo !
    <3 😉

    • hai ragione, dannatamente ragione, ma non voglio scusarmi, semmai spiegare. All’inizio ho pensato di postare un’immagine con qualche bel aforisma non avedno tempo a disposizione per far altro. Poi ho optato per un post asettico, tipo schemino… quasi da vergognarsi ma ho pensato che in realtà potrebbe essere un’ottima strategia a lungo termine.
      Perché:
      —- vorrei che nel mio blog si scorgesse il mio tocco. Gli stessi argomenti (Trieste, Criminologia, Filosofia) ma con la mia impronta nonché punto di vista, però…
      —- in questo periodo proprio non ho tempo, c’è questa fastidiosa abitudine di dormire 7 ore per notte che non mi riesco a togliere (cavoli, avrei 7 ore in più, ma niente, a fine giornata crollo)… e per un post tipo schemino ci si impiega 1/4 del tempo invece che per un post normale “stile mio”
      —- visto che sempre degli stessi argomenti tratterò nel blog, se più avanti dovessi scriverne uno personale su questo argomento (e sicuramente capiterà), invece di spiegare tutto e lasciare per l’ultimo paragrafo le mie idee (dove la gente ci arriverebbe già stanca ed annoiata dalla precedente lettura), potrò iniziare in media res senza spiegazioni Né preamboli ma semplicemente inserendo questo post come link
      —– Quindi, non è mia intenzione abbassare il livello del blog con post che non vanno più in là di appunti e scheminI; ma approfitto di questo periodo più baraonda del solito per postare post che mi potranno essere utili in futuro come link di spiegazioni ad articoli più personali
      —– quando scrivo di fretta perfino i commenti mi escono sotto forma di schemino, ci ho fatto caso adesso
      buona domenica carissima
      🙂 🙂 🙂 🙂

      • no che dici non è così, è fatto molto bene, non sembra uno schema !
        La mia era una proposta per avere un punto di vista più approfondito che va oltre le ‘teorie classiche’, le quali ovviamente’ sono importantissime come punto di partenza.
        Ripeto Brava, sei troppo severa con te stessa, ci mancherebbe che devi dare anche spiegazioni su un post scritto bene !
        XD XD

  2. Un post davvero molto interessante^^ non sono informata sull’argomento, se prima o poi vorrei analizzare meglio i punti sarei felicissima di leggere l’articolo ^^
    Papernik **

    • beh dopo un anno di questo blog ho deciso gli argomenti principali, e criminologia è uno di questi quindi sì, sicuramente ne tratterò meglio. Grazie
      ah… quel paperinik avvolto nel mantello nero è la parte migliore del post 🙂

I commenti sono bloccati.