Parla di… Tag

Potrebbero interessarti anche...

15 Risposte

  1. gianni ha detto:

    Wow che risposte! Bello

  2. la cucina di monic ha detto:

    grazie! anche se non so cosa devo fare qualcosa :/ sono un disastro

  3. pazzaperitester ha detto:

    Te lo devo dire…Adoro come scrivi! Complimenti, ti ho letto tutta d’un fiato!

  4. elisabettafvg ha detto:

    Rispondo alla prima parte…io c’ero nel 1976(avevo 13 anni) in Friuli Venezia Giulia…e questa volta (con tutto tutto tutto il rispetto) è stata come essere ripiombata indietro di 40 anni…voci,odori,suoni,persone,volti,montagne ricordi indelebili…
    Per la seconda parte…le tre fiabe …hai mai notato che leggendole a distanza di qualche anno, capisci o scopri un nuovo significato? “maturano” con te, l’esperienza della propria vita migliora anche una fiaba!magia bellissima!
    Io non so scrivere, (leggi il mio sito,…molto schematico! … rido!)quindi ammiro chi lo sa fare bene, come te! e l’idea del diario illustrato è stata geniale! furrrrba! ma alla mamma, da grande, le hai rivelato il segreto? 🙂

    • bloodyivy ha detto:

      Grazie del commento e scusa per la risposta “lenta” ad arrivare.
      Ma quelli che hanno costruito o in caso di vecchi edifici, non hanno voluto attuare accorgimenti antisismici, perché in fondo il prossimo terremoto forte chissà quando capiterà e poi chissà se sarà davvero così forte da far crollare le case o magari talmente forte che nemmeno le strutture antisismiche farebbero la differenza… ora avranno rimorsi di coscienza o avranno solo paura di finire nei guai e cercheranno un avvocato che li salvi?? da misantropo sono propensa per la seconda ipotesi 🙁
      Non capita solo per le fiabe, capita con i romanzi, persino con i saggi in materie specifiche che pensavi di aver capito, anzi, addirittura con i ricordi personali… se mi soffermo a pensare cosa pensavo e come ragionavo su questo o quello anni fa, per certe cose mi vergogno tantissimo di me stessa “ma come ho fatto a non capire? non vedere? ma vivevo nel mondo dei sogni? ma non potevo essere più furba? più intelligente?” e chissà fra qualche anno cosa penserò di me e di come ero nel 2016 🙂
      NOn ho mai raccontato a mia madre di anonimo veneziano. Con il tempo né io né mia madre siamo cambiate. Mia madre preferiva spiare piuttosto che parlare con me e io, con la mia migliore amica avevo bisogno di poter parlare (al telefono o quando mi veniva a trovare) liberamente, compreso dei ragazzi che ci piacevano, così avevamo inventato una lingua tutta nostra con soprannomi, numeri (es un ragazzo carino era un “3” perché gli avresti detto “te son figon” frase di tre parole) e persino suoni (per es lo schioccare della lingua sul palato lo usavamo per definire un posto nel nostro rione, così se dovevamo darci appuntamento lì mentre mia madre ascoltava, non avrebbe capito dove…).
      hai un blog carinissimo, da ammirare! Io, ci scrivo soltanto, e mi fa piacere essere letta, non lo nego, ma il tuo blog è vero a 360 gradi, con scatti tuoi di dove vai, di cosa fai… insomma, il 95 % delle mie immagini son prese da google, tu invece, alla scrittura piacevole ci mostri dove vai, cosa fai, compreso come ti riescono le crostate.

  5. gianni ha detto:

    Oh, giusto ma poi il libro lo scrivi vero?

    • bloodyivy ha detto:

      io con il tempo sono come l’uroboro… mi mangio la coda.
      Non riesco a trovare tempo libero per scrivere per me stessa ma nel frattempo che attendo il tempo passa e quello che ho ancora a disposizione nella mia clessidra si accorcia, in tutti i sensi. Quindi devo decidermi e in qualche modo ritagliarmi del tempo durante la settimana, mi sa… ma come caspita fanno le altre persone?

  6. Nikades ha detto:

    Ti ringrazio tantissimo per il tag. Un abbraccio 🙂

  7. fulvialuna1 ha detto:

    Troppo carino stò tag!!!
    Complimenti e grazie per la nomina. Spero di riuscire al più presto a metterlo in “cantiere”.

    • bloodyivy ha detto:

      eh, a proposito del riuscire ad avere tempo… io rispondo in ritardo persino ai commenti. 🙂
      quando e se volete… però sì, questo tag l’ho trovato troppo carino anche io

  1. 06/09/2016

    […] bloodyivy […]

  2. 20/09/2016

    […] mi dedico a un nuovo tag, uno di quelli un po’ più particolari… ringrazio Bloody Ivy che mi ha nominata e inizio […]

Grazie del commento, torna a trovarmi presto :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: