Hakuna Matata

Potrebbero interessarti anche...

22 Risposte

  1. ivano f ha detto:

    Ma dici che tutti tutti tutti possono coltivare questa fortezza interiore? Forse qualcuno non è proprio portato…
    (Non preoccuparti per la lunghezza, una volta alla settimana la si sopporta volentieri 🙂 )

    • bloodyivy ha detto:

      l’esempio con la ginnastica che ho fatto è fuorviante. Fa sempre bene, ma se hai 70 anni non puoi aspirare alle olimpiadi e se sei basso e con le gambe corte la vedo dura x un futuro come velocista… ma la psiche (il carattere, l’io interiore) non ha un involucro che la limita, e le sue potenzialità sono incredibili e per tutti, ma proprio tutti.
      Se c’è una cosa legata alla dignità della persona è proprio la fortezza / resilienza e non il suo posto in società o la sua salute, ma è un cammino lungo, difficile e che non finisce mai e per questo non “pubblicizzato” 🙁
      ciao ivano 🙂

      • ivano f ha detto:

        Quindi tutti potrebbero raggiungere (o meglio andare molto vicino a) un’autosufficienza psicologica (se non ho capito male). Per farlo la misantropia è un ingrediente utile, o addirittura necessario? (Vedo che i tuoi lettori aumentano sempre più, forse perché alla giusta distanza i misantropi si apprezzano meglio? 😛 )
        Ciao ciao 🙂

        • bloodyivy ha detto:

          uh! son stanca della giornata e quindi rispondo a questo commento domani,,, cmq la misantropia è come il colesterolo, c’è il tipo cattivo ma anche quello buono che serve… 😉

          • bloodyivy ha detto:

            e inoltre ci metto un sacco a rispondere 😉
            cmq sì la misantropia di tipo cattivo è odio verso tutti e tutto, quella buona è un fastidio per chi.. potrebbe essere meglio di quel che è con tanto poco… perché solo a perdere 10 secondi per verificare una notizia trovata su fb lo farebbe apparire più intelligente e responsabile, eviterebbe che altri creduloni commentino arrabbiati ed indignati e cominciassero ad offendersi… che chi crea siti sognando ricchezza grazie ai click creasse altro e non impostasse il suo sogno sui webeti creduloni che condividono facendolo guadagnare (sei intelligente? dimostralo con altro, perché disprezzando il prossimo e trattandolo come uno scemo?) ecc ecc

            Vedo che sono letta ma mica lo so se le persone a fine articolo dicono “ah anche stavolta è stata brava” piuttosto che “ah anche stavolta è stata scema”, vedo che sono condivisa su fb ma non so da chi né che razza di commenti ricevo… però sai, nel caso… hakuna matata… quindi sì, direi che un pizzico di misantropia aiuta 🙂

          • ivano f ha detto:

            (Sei una blogger della domenica e mi rispondi a metà settimana, non posso proprio lamentarmi 🙂 )
            Non odio verso tutti ma fastidio verso qualcuno, che comunque in teoria non è irrecuperabile: aspetta che me lo segno, potrebbe tornarmi utile 🙂
            Ci sono tanti motivi per cui uno sceglie di non commentare -in generale, dico- ma vorrei proprio vedere che faccia ha uno che dopo aver letto un tuo articolo pensa che sei scema!

            • bloodyivy ha detto:

              Uh ne ricevo di commentacci, in genere sono offese a qualcuno o qualcosa che ho citato nel blog, io li censuro e i commenti seguenti sono rivolti a me e non sono complimenti… magari un giorno ci scrivo un post sopra.
              Può darsi però che qualcuno mi legga anche i commenti. Nei tuoi appare solo il nome, non lo hai reso linkabile mentre sicuramente qualcuno avrebbe piacere di vedere anche il tuo blog. Te lo dico perché forse non ci hai fatto caso. Sennò fa niente… vuol dire che ti nominerò al prossimo tag 😛

  2. gianni ha detto:

    Credo di avere ignorato la notizia, ma il fatto in sé e le interazioni tra persone mi ha incuriosito. Non credo sia il primo caso né sarà l’ultimo, magari non finiscono tutti in tragedia,ma chissà quanti ce ne sono stati e quanti ce ne saranno ancora. Ricordo il video di Belen Rodriguez di qualche anno fa, ok lei è un personaggio pubblico ma in quel caso era una poco più che diciassettenne col fidanzato calciatore (ignoro chi fosse e non ditemelo, che sennò poi me lo ricordo e spreco memoria).
    Che dire… Boh, bisogna stare attenti a quello che si fa, punto e basta, perché degli altri non ci si può fidare.

  3. La butto su una notizia un po’ più hakuna matata, ma che ha lo stesso sentore di (purtroppo) questa notizia davvero triste e che ho letto stamattina: uno scrittore ha una rubrica su Fanpage e ogni volta pubblica bufale divertenti per vedere come reagisce la gente: oggi (o comunque in questi giorni) ha pubblicato la notizia che Massimo Boldi sarà Berlusconi nel film di Sorrentino… Ovviamente era una bufala, ma nessuno è andato a leggere la dicitura sul suo blog “questo blog parla di satira e si diverte a spacciare false bufale sul web”… La gente dovrebbe riuscire ad aprire un cavolo di link LEGGERE TUTTO e non solo il titolo prima di sparare stronzate (scusa) a destra e a manca. Io mo sono arrabbiata ancora con l’olio di palma, me l’hanno tolto pure dai Pan di stelle. E CHE CAVOLO

    • bloodyivy ha detto:

      eh… resto sui social per avere un minimo contatto con il mondo ma, ogni volta che apro la home di FB mi deprimo.
      Pretendono di sapere, di essere furbi, ma in realtà non sanno neanche l’ A B C della ricerca su internet, cioè fare attenzione alle fonti della notizia.
      E se glielo fai notare pure si arrabbiano e rigirano la frittata… non sono loro a credere a fesserie da siti satirici, ma sei tu la mentalmente chiusa.
      una volta si diceva che la verità splende e basta seguire la luce. Adesso per arrivare alla verità devi togliere tutta la montagna puzzolente di merda che ci hanno gettato sopra 🙁

  4. agersocialslow ha detto:

    Ho condiviso su tw . Unico problema era la lunghezza e un po’ di misericordia per tua madre, una volta i modelli si duplicavano ora c’è la Televisione! Saluti

  5. CINEBLOG ha detto:

    Che ben venga la lunghezza di certe parole nel descrivere la superficialità e l’imbecillità che, nella maggior parte degli esseri umani, non lascia spazio a pensieri e a spunti di riflessione individuali, ma solo ad una scialba omologazione di massa!

  6. ivano f ha detto:

    Rispondo qua sotto perché non mi arrivano le notifiche dei commenti uff. Se anche tu avessi un blog innocuo come il mio non avresti certi problemi… Certo, mi perdo la soddisfazione di censurare certi personaggi ma mi accontento 🙂
    Ah la mia è una scelta recente, sono fermo a tempo indeterminato e per ora preferisco chiudere la strada verso il blog: se arriva qualcuno e si ritrova fra le erbacce non ci faccio una bella figura… Comunque, visti i tuoi tempi, forse forse faccio in tempo a riprendermi prima del tuo prossimo tag… Eheheheh 😛
    Ogni bene!

  7. mo1503 ha detto:

    A prescindere dal ciò che abbia fatto siamo non sia colpa sua, della rete o di quant’altro. Voglio solo dare un consiglio ( permettetemelo alla soglia dei 40 ci sta ) ma futtitivinni ( traduzione in siculo di hakuna matata) la vita vola e se te la devi prendere per ogni minchiata che vedrai online,tua di qualche conoscente,stronzo allora è meglio non parteciparci,poi a che serve basta che spunti qualche altra ” cosa intelligente ” e si sono già scordati.
    Mi rendo conto che 20 anni fa la rete era un’altra cosa.

    • bloodyivy ha detto:

      accidenti! non lo posso usare perché una parola sicula detta con la pronuncia triestina farebbe ridere i polli, ma sì rende meravigliosamente l’idea 🙂

  1. 18/09/2016

    […] über Hakuna Matata – niente panico […]

  2. 19/09/2016

    […] Sorgente: Hakuna Matata […]

Grazie del commento, torna a trovarmi presto :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: