Indice – Enrico Facco – Esperienze di Premorte

Enrico Facco
Esperienze di premorte
Scienza e coscienza al confine tra fisica e metafisica
Edizioni Altravista – 2010

 

Incipit:

“Sono convinto che verrà un giorno in cui il fisiologo,
il poeta e il filosofo parleranno la stessa lingua e si comprenderanno”
Caude Bernard

Le esperienze di premorte (Near-Death Experience nella letteratura internazionale, di seguito indicate con la sigla NDE) sono esperienze soggettive, intense, profonde. Avvengono in condizioni critiche con pericolo di vita, o emotivamente percepito come tale: il termine semanticamente indica la consapevolezza o la sensazione dell’imminente fine della propria vita: Nella letteratura degli ultimi tre decenni del secolo scorso le NDE sono state definite in modo non omogeneo da diversi autori, in relazione al loro punto di vista o agli elementi ritenuti caratterizzanti, ma soprattutto al fatto che il fenomeno non era ancora ben conosciuto e analizzato nelle sue diverse componenti.

Ultime righe:

Se la realtà fisica e la fisiologia del cervello, straordinario e misterioso trasduttore tra mondo esterno ed interno, dovessero definitivamente rivelarsi di natura quantistica, non locale, il concetto stesso di informazione acquisterebbe tutt’altro significato e la stessa visione del mondo ne risulterebbe trasfigurata rispetto all’arido e statico meccanicismo del XX secolo. Una tale rivoluzione culturale avrebbe come neurocorrelato della coscienza un nuovo equilibrio tra emisfero destro e sinistro e un nuovo iperneurone in grado di utilizzare inedite configurazioni dinamiche delle aree cerebrali, per rifondare il rapporto mente-realtà e comprendere nuove leggi della natura prima ritenute non plausibili. Come conseguenza potrebbero essere incorporati nella scienza alcuni fenomeni fino ad oggi considerati di pertinenza della metafisica o della parapsicologia. Il momento storico attuale sembra quindi una fase di transizione tra paradigmi diversi ed il crogiuolo di una rivoluzione culturale, della quale sono presenti diversi indizi.
Il paradigma classico con cui è stato studiato e disegnato il mondo sembra non essere più sufficiente ed è necessario superarlo per riscoprire la realtà fisica e il significato della vita. Come dice Proust ne La ricerca del Tempo Perduto: “L’unico vero viaggio, l’unico bagno di giovinezza, sarebbe non andare verso nuovi paesaggi, ma avere altri occhi, vedere l’universo con gli occhi di un altro, di cento altri, vedere i cento universi che ciascuno vede, che ciascuno è“. Ogni occhio vede infatti un solo aspetto del multiverso, ma vederne gli altri è obiettivo straordinaro, ineludibile per quanto difficile, perché, come afferma da sempre il Buddhismo: “per vedere basta un attimo, per aprire gli occhi può non bastare una vita intera”.
La radicale trasformazione della visione del mondo introdotta dalla fisica relativistica e quantistica e l’interesse delle neuroscienze per i fenomeni soggettivi, può permettere un riavvicinamento ed una nuova sinergia con la filosofia e la religione, arricchendo di nuove interpretazioni miti, simboli e sacre scritture, consentendo di riscoprire le epistemologie in esse celate e il significato di concetto come l’Uno e l’Anima Mundi di Plotino (con la sua moderna interpretazione psicologica di Hillman). Lo studio dell’anima in medicina è stato abbandonato nel XX secolo per questioni di paradigma e di pregiudizio più che per la sua inconsistenza, ma è tutt’altro che concluso; probabilmente non finirà finché esiste l’uomo. Se la fisica contemporanea concepisce l’essenza della materia come energia, non è meno plausibile che lo sia anche la vita stessa, e così Psiché. La storia continua…

 

Hieronymus Bosch – Visioni dell’Aldilà -1500-03-ca.-Palazzo-Grimani-Venezia

– Introduzione 11
– Nota per il lettore 18
– Definizione 19 –
Aspetti storici delle NDE – 23 – Pitagora – Platone – Hieronimus Bosch – Carl Gustav Jung

-Testimonianze 35
– Fenomenologia 57 – La scala di Greyson – La percezione del tempo – La revisione panoramica della vita – Out of Body Experience (OBE) – Le sensazioni – Il tunnel – La luce e le entità – Le visioni dal futuro – Il ritorno alla realtà ed il ricordo – Analisi dei dati – Eventi testimoniati – Effetti a lungo termine e la loro relazione con l’ambiente – Le NDE nei bambini – Aspetti transculturali – Le visioni sul letto di morte
– Aspetti neurochimici 89 – I sistemi eccitatorio e inibitorio cererali – Neurotrasmettitori e NDE – Farmaci, droghe e NDE – Gli oppioidi – Il destrometorfano – La ketamina _ Ergot e LSD – Lophophora villiamsii (Peyote) – Banisteriopsis caapi – Tabernanthe iboga – Conclusioni
– Neurologia e psicologia delle NDE 131 – Teorie psicologiche e trascendentali delle NDE – I disturbi neurocomportamentali nel paziente critico – Il giro angolare destro e le OBE – Il lobo temporale – Il lobo temporale, l’epilessia e la religione – Il lobo temporale e l’arte – Lobo temporale e NDE
– La scienza e la sua storia 155 – Lo sviluppo del pensiero scientifico – Aspetti epistemologici – Aristotele – La scienza e il suo paradigma – Il Paradigma della fisica quantistica – Le medicine non convenzionali: l’esempio dell’agopuntura – L’edificio della scienza
– La coscienza e il cervello 177 – Definizione di coscienza – Teorie della coscienza – Teorie neurobiologiche – La coscienza secondo Edelman e Tononi – Teorie sociali – Fisiologia e fisiopatologia della coscienza – Neurofisiologia della coscienza – Il tempo, l’identità e la continuità della coscienza – Aspetti quantistici della coscienza – Il sonno e il sogno – L’ipnosi – Storia dell’ipnosi – Definizione di ipnosi – Ipnosi e NDE – Relazione mente – cervello
– Io, inconscio e anima 211 – Io – L’io in Filosofia – L’io in Psicologia – Sé – Inconscio – Inconscio nel buddhismo – Psiche – La favola di Psiche e Amore – Anima – La filosofia occidentale – La tradizione giudaico/ cristiana – La Psicologia analitica – La ricerca dell’anima in medicina
– Vita /morte e spazio / tempo 251 – La morte cerebrale – La definizione di morte – Principi della termodinamica – La vita/ morte come fenomeno termodinamico – La vita/ morte dalla termodinamica alla filosofia – Lo spazio/ tempo – La struttura della materia – Conclusioni – Implicazioni per le NDE
– La tradizione giudaico/ cristiana 281 – Religione e religiosità – Sul sincretismo – Il peccato originale – L’albero della vita – La torre di Babele – Inferno, purgatorio e paradiso – Gli inferi nell’antichità – L’inferno – Dall’inferno al paradiso – Sul purgatorio – Il diavolo – La reincarnazione
– Il Buddhismo 323 – Cenni storici – Gli insegnamenti del Buddhismo – La realtà, la vita e l’anima – La coscienza e l’io – Il vuoto mentale – Il Karma – Il Sutra del Diamante – La reincarnazione – Il Bardo Thotrol – Bardo, reincarnazione e NDE – Reminiscenze di altre vite in medicina – Reminiscenze di vite precedenti – Relazioni trapiantato/ donatore
– Conclusioni 357 – Lo spirito del tempo – Jean Paul Sartre – Da riduzionismo al misticismo – Scienza, filosofia e religione – Lo scenario della vita – Sull’anima – Sulla coscienza – Platone come neurofilosofo quantistico – Sulle NDE – Bibliografia – Indice analitico

 

Enrico Facco

Enrico Facco è professore di Anestesiologia e Rianimazione presso l’Università di Padova; è inoltre specialista in Neurologia ed esperto di terapia del dolore, agopuntura e ipnosi clinica. Ha condotto numerose ricerche sul coma, sullo stato vegetativo e terapia delle cefalee, del dolore cronico e dell’ansia pre-operatoria. E’ autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche.

 

 

Qui un brano del testo

Qui una recensione

 

 

grazie per la lettura Bloody Ivy

4 Commenti

4 Trackbacks / Pingbacks

  1. Tsundoku Tag, Le Pile di Libri da Leggere ⋆ niente panico
  2. da Esperienze di Premorte - Enrico Facco ⋆ niente panico
  3. Bloody Mary Challenge - Recensione - Esperienze di Premorte (1) ⋆ niente panico
  4. Bloody Mary Challenge - 2 Recensione ⋆ niente panico

Grazie del commento, torna a trovarmi presto :)