Donald Wandrei – The Red Brain

Potrebbero interessarti anche...

21 Risposte

  1. Hellviz ha detto:

    Racconto incredibile, che spazia dall’ “amore” per l’ignoto Lovecraftiano ad un pionieristico horror fantascientifico.
    Poi la conclusione è epica, degna di un finale di “The Twilight Zone” 🙂

    • bloodyivy ha detto:

      vero? tenendo conto degli anni in cui è stato scritto e di come non si sentano assolutamente leggendolo, è strabiliante

      • domenicomortellaro ha detto:

        La chiosa d’apertura hai fatto benissimo a metterla… dice tanto di certa editoria!

        • bloodyivy ha detto:

          grazie.
          Moltissimi blogger sono anche scrittori, e fra questi molti si autopubblicano i libri per non passare per l’umiliazione del diniego degli editori, forse anche temendo di convincersi di non essere sufficientemente bravi (voglio dire… se è un editore a dirtelo, vuoi che non sappia giudicare?).
          Pensavo che questa introduzione potesse convincerli a credere in se stessi nonostante qualche rifiuto editoriale. Perché purtroppo il mondo (anche quello editoriale) che dovrebbe giudicare le tue competenze funzionava così.

    • domenicomortellaro ha detto:

      Di una modernità sconvolgente, hai ragione! Quasi meglio del “maestro”!

  2. marinaraccanelli ha detto:

    Davvero pazzesco, mostruoso e poetico allo stesso tempo !

    • bloodyivy ha detto:

      Sì… Era pubblicato in un cofanetto di 5 volumi con non solo le opere di Lovecraft ma anche alcuni dei racconti brevi dei suoi amici/corrispondenti, che correggeva e valutava (alcuni per amicizia altri per lavoro). Non li trovo più disponibili per chi volesse leggerli, così ho reso visibile, almeno questo, sul blog

      • marinaraccanelli ha detto:

        Possiedo un grosso volume con tutto Lovecraft, ma non sapevo nulla di questi corrispondenti; molto interessante . Visito volentieri il tuo blog perché posso trovarci sorprese di tutti i generi. Grazie per queste possibilità che ci offri

  3. bloodyivy ha detto:

    dopo averlo pubblicato ho trovato un blog che ne ha fatto copia e incolla come se fosse stata un’idea sua…
    https://miskatonikuniversity.wordpress.com/2016/03/12/il-cervello-rosso/

    • Piper ha detto:

      Si è il mio, tranquilla… Come ti ho spiegato non mi ero accoro che si trattava di un post di un blog. Chiedo scusa. Normalmente cito sempre la fonte. Siccome anche io sono spesso a caccia di queste piccole gemme quasi introvabili nelle pubblicazioni di “primo piano” nell’euforia del momento mi sono dimenticato di prendere nota della fonte.

      Posso essere personato o rischio di essere risucchiato in un vortice tetracosmico dritto nelle fauci di Yog-Sothoth?

      • bloodyivy ha detto:

        io l’ho postato proprio perché sapevo non ne esisteva una versione online. Me lo sono copiato digitandolo parola per parola. Vedermelo copia & incollato così, senza citazione della fonte è stato fastidioso.
        Non è per me, non è che ti perdono o meno io (e chi sono io?). E’ che ritengo improbabile che ti sia dimenticato di citare la fonte solo questa volta e solo con me… uno cita o non cita le fonti per… abitudine. Ma apprezzo le scuse.

        • Piper ha detto:

          Si ma non fare la baba lol
          Tra l’altro conosco il tuo nome e non solo mi sarei accorto che “eri tu”, ma anche della notevole coincidenza. Ne ho pubblicati a decine di racconti introvabili digitandoli parola per parola, capisco la fatica, mi spiace ma è la prima volta che mi capita.

          Grazie comunque per aver trovato questo gioiellino, che non conoscevo (se ti interessa ci sono alcune cose che ho scansionato sul mio blog, nella categoria “Pagine Gialle”; ti consiglio Snulbug per farmi perdonare https://zotikh.wordpress.com/2016/01/29/snulbug/ ).

          Certo che sei proprio bloody… XD

          • bloodyivy ha detto:

            Non è solo per me, perché potrei essere stato qualcun altro… se fossi stata un blogger di qualche altra piattaforma probabilmente non me ne sarei accorta e le scuse non le avrei ricevute. Non mi sarei mai accorta di nulla. Amen
            Non è mai solo per me, per questo sono bloody
            cmq era un brano di un autore e non un articolo mio (scritto con il mio sangue) quindi smettiamola qui.

            • Piper ha detto:

              Certo infatti, stiamo entrambi violando almeno 4 copyright, infatti non capisco tutto sto prurito.

              • bloodyivy ha detto:

                Ho controllato prima di digitarlo che non fosse già stato pubblicato da qualcun altro, dove o in che modo. Fosse stato così, ne avrei scelto un altro di racconto.
                Di un testo cartaceo si può pubblicare il 15 % delle pagine e il racconto si riduceva ad un paio…
                Ora… il prurito è che tu ne hai fatto copia e incolla qualche giorno dopo. E’ un brano, e non un articolo mio, ma se, visto che siamo entrambi su wordpress e visto che ti seguivo, cosa vuoi che abbia pensato a vederlo sul tuo blog? Con lo stesso occhiello spiegazione al brano fra l’altro…
                Ma ripeto, per me si può finirla qui.

              • Piper ha detto:

                Guarda mi hai talmente rotto i coglioni che lo tolgo perché sentire tutta sta piagnarella da parte di una persona che sta copia incollando l’opera di un altro (cioè il vero autore) mi fa vomitare.

              • bloodyivy ha detto:

                vai pure a vomitare, ciao

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: