Buffet da Pepi

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. 07/07/2015

    […] carne di maiale a Trieste, è più che apprezata (basta pensare a cosa offre il nostro tipicissimo buffet da Pepi), come nelle vicine Slovenia e Croazia, e quindi spiedini sì, ma solo con cubetti di maiale, […]

  2. 16/09/2015

    […] resta in rete, verrà visualizzato (chissà quando) o condiviso (chissà da chi) sui social. Il post in assoluto più condiviso dal mio blog (ok solo un centinaio di condivisioni, ridicole per alcuni, […]

  3. 03/08/2016

    […] I primi a mettere in pratica questa abitudine furono i lavoratori portuali, più precisamente gli scaricatori del porto che,  a metà mattina avevano già faticato tanto e sentivano i morsi della fame nonché il bisogno di riposare per riprendere le forze, ma non potevano certo anticipare un vero e proprio pranzo, e poi tornare al lavoro pieni come un uovo. Il rebechin inizialmente era una consuetudine loro, che spezzavano così la dura mattina lavorativa per andar a mangiare qualcosa in uno dei tanti buffet della città, senonchè, iniziato dalla gente che lavorava al porto, questo rituale di metà mattina divenne sempre più apprezzato anche da altre categorie di lavoratori, e alla fine, questa abitudine piacque talmente che diventò una caratteristica in toto dei triestini. Perché, se allo scaricatore di porto, il rebechin serviva veramente per ristorarsi, mangiando e riposandosi un po’, agli altri piaceva l’idea della pausa per rompere la mattina, scambiando qualche chiacchiera davanti ad un piattino con cose appetitose, mangiato in piedi al banco di un buffet.  Sì, perché per il rebechin non si va al caffè per ordinare una fetta di strucolo de pomi e un Capo in B, bensì nelle osterie e soprattutto nei tipici buffet triestini, locali con caldaia, dove la carne di maiale fa da padrona (qui uno dei più classici buffet triestini).  […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: